Come Gestire le Scadenze

14 Apr

Lavoro in un’azienda in cui tutti gli acquisti vengono pagati con modalità dilazionata, ad esempio a quote di 30-60-90 giorni. E’ molto importante per me monitorare mensilmente tutte le scadenze, in modo tale da fare un rendiconto delle spese da sostenere. Questa guida vuole darvi qualche consiglio per gestire in maniera ordinata le scadenze.

Per iniziare, quello che vi serve è un libro fatture in cui andrete a registrare tutte le fatture acquisti della vostra azienda.
Dividete il libro per fornitori, magari con l’aiuto di etichette che vi permetteranno di trovare facilmente un determinato fornitore.
Per ogni fattura ricevuta scriverete sul registro determinati dati.

Infatti apporterete la data di emissione fattura, il numero progressivo attribuito, e il totale fattura.
Accanto al numero di fattura invece in parentesi apporterete le diverse scadenze, contenenti la data e la somma da pagare.
Ora dovrete stampare al pc un semplice modellino, che potrete fare con l’aiuto di excel.

Infatti questo modellino non è altro che una tabella a tre colonne e più righe.
Nella prima colonna, di dimensione piccola, metterete le date di scadenza; la seconda sarà destinata per l’annotazione della fattura da pagare e del fornitore e l’ultima invece per l’annotazione dell’importo per il quale procedere al pagamento. Come esempio è possibile utilizzare questo scadenzario Excel.

Una volta inserite tutte le scadenze tirate la somma, Una volta che si è proceduto al pagamento delle scadenze, annotatelo sul registro, e una volta che una fattura è stata saldata completamente, annotatela come pagata.
Conservate sempre le ricevute di pagamento, e se in sede siete soliti fare la copia di tutte le fatture ricevute prima di consegnarle al vostro commercialista, magari spillateci dietro le prove di pagamento.